Curiosiamo nel mondo Maxfort, ma non solo, con il suo portavoce Alberto Seracchioli :)

Con l’inizio dell Primavera voglio cogliere l’occasione di presentarvi le 6 domande che ho posto al portavoce dI Maxfort, Alberto Serachioli, il quale ha risposto a qualche nostra curiosità ed ha spiegato meglio il mondo Oversize dal punto di vista dei produttori.

Da un po’ di tempo cerco sempre di proporvi, mostrarvi e farvi conoscere da più vicino il mondo Maxfort in quanto lo ritengo davvero una brand all’altezza della situazione e nelle ultime collezioni ha davvero dato una svolta su colori, modelli e design di ogni singolo capo arrivando, secondo me, a competere non solo con i marchi europei ma anche con tutto il resto del mondo. In particolar modo nell’ultimo periodo ho voluto testare e testimoniare con il settore jeans e pantalone ha davvero migliorato ulteriormente vestibilità e qualità.

Prima di lasciarvi alle domande, voglio segnalarvi dove trovare i vari marchi e dove consultare i cataloghi delle collezioni.

Maxfort Abbigliamento Oversize Maschile
Sophia Curvy Abbigliamento Curvy & Oversize Femminile
Da quanto tempo esiste Maxfort e come è nata l’idea di occuparsi del mondo oversize?
Maxfort esiste da oltre 20 anni, ma il marchio è stato registrato nel 1998.
L’azienda madre, Bernagozzi, si occupa di produzione di abbigliamento dal 1930, dopo tante evoluzioni di mercato siamo alla 5° generazione , ci siamo resi conto che il mercato delle taglie oversize proponeva un abbigliamento secondo noi non adatto alle esigenze della clientela e dei giovane . Abbiamo girato in tutta Italia per renderci conto delle esigenze della clientela ma sul mercato c’erano diverse aziende ,ma tutte quante proponevano capi classici con poca fantasia e sopratutto poco colore, non abbiamo fatto altro che proporre i capi che sono alla moda , nei colori di tendenza anche in taglie più comode.
Oltre al marchio Maxfort la Bernagozziè proprietaria dei marchi Sophia Curvy, Berna Italia eBlock Eleven.

Che obiettivi per il prossimo biennio, quali progetti ed idee vi piacerebbe trasformare in realtà?
Per i prossimi anni vorremmo consolidare quanto abbiamo fatto sino ad ora, un passo alla volta senza strafare ,rendere sempre più complete le nostre collezioni, che già contano oltre 230 capi ogni semestre più qualche “flash” di pronto durante ogni stagione.

Quanto il MADE IN ITALY ha ancora successo ed è ricercato a livello internazionale?
Produciamo in Italia oltre il 80% dei nostri capi, perché abbiamo sempre creduto che il Made in Italy sia importantissimo ,all’estero è sicuramente un valore aggiunto, ed anche in Italia le persone cominciano a guardarci,poi preferiamo la produzione nazionale per puro campanilismo e a far lavorare aziende Italiane come noi.

Dato che ti occupi anche di abbigliamento Oversize per Donne, qual’è la differenza più grande tra mondo maschile e mondo femminile?I capi particolari, che quindi escono dagli standard più classici, vengono richiesti o rimangono nel dimenticatoio?
Mi occupo della linea Sophia Curvy da 3 anni, ma da subito ho capito che anche le nostre clienti sono alla ricerca di capi molto giovani, alla moda, casual, e l’unica differenza che ho notato rispetto agli uomini, per ora , è che sono molto più reattive sui social. Appena mettiamo una foto su Facebook o Instagram abbiamo tantissimi LIKE e moltissimi commenti e richieste su quali siano i negozi ed i rivenditori del marchio in questione.
Sono pochi i dettaglianti che propongono i capi più particolari, i più sono restii ad acquistare i capi più modaioli, hanno paura sopratutto in un periodo come quello appena passato di crisi, di investire in capi secondo loro più rischiosi, tipo i Jeans con gli strappi o con i patch, o le camicie con i quadri come andavano quest’anno. Per noi questa è diventata una vera e propriaMISSION perché abbiamo davvero intere collezioni che potrebbero soddisfare più generazioni.


Pensi che vi sarà la possibilità di conquistare il mercato d’oltreoceano dopo aver fatto conoscere il vostro nome sia in Europa che in Russia?

Per il momento non abbiamo interesse a “sbarcare” negli Stati Uniti , vorremmo continuare a far bene nei paesi dove già lavoriamo quindi tutta Europa , Russia, Arabia , Australia ,Nuova Zelanda e Sud Africa.

Per concludere questo piccolo spazio dedicato a te e al vostro brand, ti chiedo un pensiero ed un concetto che ti senti di trasmettere a uomini e donne che hanno dei kg in più e che vorrebbero


I kg in più ,se non eccessivi non sono un problema, se e solo se, una persona accetta il proprio corpo, si sente bene con se stessa, fa di tutto per condurre una vita sana, praticando un minimo di attività fisica, è qui che NOI possiamo contribuire a questo benessere, perché anche un vestito, una t-shirt può contribuire a migliorare l’autostima di una persona.


Sono contento di aver dato la possibilità ad Alberto di presentare meglio il loro concept ed il loro modo di vedere il nostro mondo Oversize 🙂

Alessandro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...